Si accende la terza candela di Avvento: la Candela dei pastori

News del 15/12/2019 Torna all'elenco delle news

La terza candela si chiama “Candela dei pastori”, candela della Gioia, perché furono i pastori per primi ad adorare il Santo Bambino, e a diffondere la lieta notizia!

La candela della Gioia è la candela rosa, colore simbolo dell’amore di Gesù che diventa uomo. “Rallegratevi nel Signore, sempre … Il Signore è vicino !” (Fil 4,4-5).

Dio è vicino, compassionevole, Padre misericordioso che ci segue amorevolmente nel rispetto della nostra libertà: tutto questo è motivo di una gioia profonda.

Giovanni il Battista che ci prepara all’avvento del Salvatore ci prepara anche a quello che dovrà essere la nostra parte nell’opera della Salvezza, perché essa non può esserci senza la nostra libera cooperazione.

Da questo pressante invito alla gioia, prende nome la terza Domenica d’Avvento

tradizionalmente detta Domenica “Gaudete”. “Gaudete”, cioè gioite, rallegratevi perché il Signore è vicino!

 

Terza Domenica di Avvento: “Incontrare Gesù è GIOIRE”

 

La Corona d'Avvento può essere posta sul tavolo del salotto, oppure essere sospesa al soffitto con quattro nastri rossi che decorano la corona stessa.

Diviene il centro di preghiera settimanale o giornaliero per tutta la famiglia nel tempo d'Avvento.

Alla sera la famiglia si riunisce e accende il numero di ceri corrispondenti alla settimana d'Avvento nella quale ci si trova.

L'accensione del cero è accompagnata da un canto e da invocazioni della venuta del Signore.

Un possibile schema della celebrazione familiare:

Versetto biblico d'introduzione

Breve lettura biblica

Accensione del cero

Benedizione del papà o della mamma

Canto finale

Si conclude con un canto alla Vergine Maria.

 

All’accensione della terza candela:

Lettore: Il nostro cuore ti attende o Signore Gesù. La nostra vita si apre alla speranza del tuo avvento. 

Ricolmaci della tua gioia, la gioia degli umili, che a te si affidano,

 la gioia dei poveri che tutto da te aspettano,

 la gioia dei semplici che sanno stupirsi.

Fratelli, siate sempre nella gioia, il Signore è vicino!

 

Tutti: Gioiamo, il Signore ci rinnoverà con il suo amore!

 

Prima della benedizione finale:

Lettore: Signore accogli il nostro desiderio di essere testimoni della luce. Nei deserti della vita vogliamo dar voce alla speranza.

 

Invochiamo il tuo aiuto affinché la grazia accresca in noi la virtù dell’umiltà, per essere credibili e autentici come il Battista, che annunciò il Messia.

 

Tutti: La stella cometa ci guida nella notte. Gesù viene a illuminare la nostra vita. Vieni, Signore Gesù, insegnaci a gioire!