Si accende la seconda candela di Avvento: la candela di Betlemme

News del 08/12/2019 Torna all'elenco delle news

La seconda candela si chiama “Candela di Betlemme”, la candela della chiamata universale alla Salvezza! Ci ricorda la piccola città in cui nacque il Salvatore: "E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele".

 

La corona d'Avvento può essere posta sul tavolo del salotto, oppure essere sospesa al soffitto con quattro nastri rossi che decorano la corona stessa.

Diviene il centro di preghiera settimanale o giornaliero per tutta la famiglia nel tempo d'Avvento.

Alla sera la famiglia si riunisce e accende il numero di ceri corrispondenti alla settimana d'Avvento nella quale ci si trova.

L'accensione del cero è accompagnata da un canto e da invocazioni della venuta del Signore.

Un possibile schema della celebrazione familiare:

Versetto biblico d'introduzione

Breve lettura biblica

Accensione del cero

Benedizione del papà o della mamma

Canto finale

Si conclude con un canto alla Vergine Maria.

 

Seconda Domenica di Avvento: “Incontrare Gesù è PREPARARE LA STRADA”

 Preghiera all’accensione della seconda candela:

Lettore: Vieni, Gesù, Tu ci invii per le strade del mondo, e ci vuoi testimoni del tuo Regno. 
La tua Parola ci invita a preparare la via e a raddrizzare i sentieri liberandoli da tutto quanto si oppone alla tua grazia per compiere un cammino fecondo di conversione. Signore, mostraci dove sono gli uomini e le donne che hanno bisogno di noi, fratelli e sorelle che noi possiamo amare, per i quali possiamo essere utili. 
Tutti: Vieni, Signore Gesù, insegnaci a Preparare la strada!

Prima della benedizione finale:
Lettore: Apri il nostro cuore, Signore, perché in questo tempo di attesa della tua venuta, riusciamo a farti posto nella nostra vita. 
Tutti: Noi ti attendiamo Gesù impegnandoci in un cammino di conversione del cuore! Vieni per il mondo e vieni per noi!