21 maggio: memoria liturgica della venuta di San Paolo a Reggio

News del 20/05/2019 Torna all'elenco delle news

Un legame preferenziale si è stabilito tra San Paolo e la Chiesa reggina. 

Essa vanta infatti la sua origine dalla predicazione dell’Apostolo, il quale, durante il viaggio da Cesarea a Roma, nella primavera dell’anno 61 d.C., provenendo da Siracusa approdò a Reggio, e ivi si fermò un giorno, come attestano gli Atti degli Apostoli (28,13), passo che è riportato in una iscrizione sulla fascia superiore del protiro della Cattedrale: "Costeggiando giungemmo a Reggio".

A San Paolo si deve il primo annuncio del Vangelo e l’impianto sul suolo calabro della prima comunità cristiana, con a capo S. Stefano da Nicea, che l’Apostolo, nel ripartire alla volta di Pozzuoli, lasciò come primo Vescovo.

San Paolo, pertanto, è considerato fondatore della Chiesa reggina e  padre nella fede dei cristiani di Calabria, e da Giovanni Paolo II è stato proclamato, nel 1980,  Patrono principale dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria.

La memoria liturgica della venuta di San Paolo a Reggio ricorre il 21 Maggio.

leggi sul sito